Puori Italia, il meglio per la tua integrazione.
Cart 0

Gli OMEGA3 - acidi grassi EPA e DHA da olio di pesce. 5 stelle IFOS

Omega3

Gli omega-3 sono acidi grassi essenziali. Sono noti soprattutto per la loro presenza nelle membrane cellulari e per il mantenimento della loro integrità.

Dettagli chimici sugli Omega3

Gli acidi grassi omega-3 sono detti polinsaturi perché la loro catena comprende vari doppi legami. I principali acidi grassi del gruppo omega-3 sono: l’acido α-linolenico o ω3α (18:3; ALA); l’acido eicosapentaenoico (20:5; EPA) acido timnodonico; l’acido docosaesaenoico (22:6; DHA) acido cervonico. Gli acidi EPA e DHA possono essere sintetizzati dall’organismo umano a partire dall’acido ALA, ma solamente in piccole quantità. In pratica, il tasso di DHA non varia nonostante l’aumento di apporto di ALA. Gli acidi grassi polinsaturi omega-3 abbassano i livelli plasmatici di trigliceridi, interferendo con la loro incorporazione a livello epatico nelle VLDL. Per questo motivo possiedono un’importante azione antitrombotica (ricordiamo, infatti, che alti livelli di trigliceridi nel sangue riducono il processo di fibrinolisi, deputato allo scioglimento dei coaguli intravasali; per questo motivo l’ipertrigliceridemia si accompagna ad un aumentato rischio di patologie cardiovascolari).

A cosa servono gli Omega3

Gli acidi grassi omega 3 hanno un ruolo importante nel mantenimento della condizione di benessere dell’uomo. Dopo anni di studi e tantissime ricerche, si è chiarito il ruolo biologico di queste molecole coinvolte nel:
Migliorare la fluidità ematica e ridurre la pressione vascolare;
Proteggere il cuore dalle aritmie e dai disturbi di conduzione;
Ridurre la secrezione di citochine infiammatorie, e proteggere l’organismo da un eccessivo stress infiammatorio;
Preservare e migliorare la funzionalità neuronale;
Proteggere da determinate patologie, tra le quali anche i tumori (ancora in fase sperimentale).
In realtà tutti questi effetti biologici non sono legati esclusivamente all’assunzione di omega 3, bensì al riequilibrio nei confronti di un rapporto molto importante (omega6/omega3), decisamente sbilanciato nell’alimentazione occidentale e responsabile dell’elevata incidenza di malattie cardiovascolari.

Gli Omega3 nello sport

Vista l’importanza per la salute umana, e visti gli stress fisici e psicologici a cui un atleta è sottoposto, si è sperimentato l’uso di omega-3 anche nella dietetica sportiva, al fine di ridurre il danno indotto dall’esercizio fisico e proteggere l’atleta da eventuali infortuni e patologie associate. Si è così potuto osservare come la corretta integrazione con omega-3, non solo risulti cruciale per l’azione protettiva, ma possa garantire anche un miglioramento di alcune condizioni necessarie a sostenere la performance atletica. Più precisamente, la supplementazione con omega-3 è risultata utile nel:
Ridurre il danno infiammatorio indotto dall’esercizio fisico, e prevenire il deterioramento funzionale e strutturale di muscoli, tendini e legamenti; Sostenere la funzionalità cardiaca, ridurre la resistenza vascolare e migliorare le capacità emodinamiche dell’atleta;
Migliorare le capacità ventilatorie, e garantire una miglior ossigenazione generale;
Velocizzare i tempi di reazione e migliorare le capacità di concentrazione di atleti agonisti.


Naturalmente, anche per gli atleti è importante garantire un corretto riequilibrio tra omega3 ed omega6, ed il maggior fabbisogno giornaliero in valore assoluto di omega 3 è proprio giustificato da un relativo aumento di omega 6, dovuto ad alimentazioni particolarmente ricche di prodotti di origine animale ed oli vegetali.

Gli Omega3 Puori, acidi grassi essenziali

Puori O3 è estratto da piccoli pesci per assicurare una fonte pulita e di alta qualità di omega-3. Contiene per ciascuna dose 2000 mg di acidi grassi omega-3, rapporto 5:2 EPA/DHA, olio di pesce ultra puro, concentrazione minima 74%



Older Post Newer Post


Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published